In quanto tempo si vende una casa?

In quanto tempo si vende casa
24 Giugno 2024

Hai messo in vendita il tuo appartamento e adesso inizi a chiederti: quanto tempo ci vorrà? Quali sono i tempi di vendita di una casa? Ovviamente, non c’è una tempistica valida per tutte le situazioni e alcune caratteristiche dell’immobile o fattori esterni possono influenzare di molto i tempi di attesa in una vendita immobiliare. 

Basti pensare al luogo in cui si trova l’immobile, il mercato immobiliare in Italia non è lo stesso in ogni regione o città. Ci sono città, come Roma e Milano, molto più attive o meglio dove la domanda di immobili spesso supera l’offerta, e altre meno. I tempi di vendita, poi, possono anche essere dettati dalla stagionalità. Scopriamo quali sono i tempi medi per la vendita di una casa in Italia. 

Fasi vendita immobiliare 

Non sempre si riesce a vendere casa velocemente. Per comprendere meglio i tempi di vendita di una casa è importante conoscere quali sono tutte le fasi previste per una vendita immobiliare. Infatti, dopo aver messo in vendita la casa e aver ricevuto le prime visite, la fase successiva è la proposta di acquisto. 

Attraverso  la proposta di acquisto l’ipotetico futuro proprietario manifesta la volontà e l’interesse nell’acquisto dell’immobile. Solitamente, la proposta di acquisto viene compilata su un modello prestampato dove vengono stabilite le modalità come i tempi e le condizioni economiche della compravendita. 

Alla proposta di acquisto viene  allegato un assegno come impegno economico e futuro deposito cauzionale che sarà consegnato al proprietario nel momento in cui la proposta sarà accettata. 

La proposta di acquisto ha un tempo di validità e in questo periodo la casa rimane bloccata, anche se la proposta generalmente contiene al suo interno un impegno vincolante per chi compra, ma il venditore potrà continuare a valutare nuove offerte quando e se arrivano. 

Solitamente la validità della proposta di acquisto è di sette giorni. Se, trascorso il tempo stabilito, il venditore decide di accettare la proposta si procederà con lo step successivo, ossia il preliminare di vendita; quando, invece, il proprietario rifiuta la proposta restituirà l’assegno lasciato a garanzia e continuerà ad aspettare per vendere il suo immobile. 

Come dicevamo, può succedere che il proprietario decida di accettare la proposta di acquisto e di procedere, quindi, con il preliminare di vendita. In questa fase le parti si accordano su tempi e modalità della compravendita che vengono appunto inserite all’interno della scrittura privata denominata preliminare. 

Si tratta di un atto molto utile dal momento che con questo le parti si impegnano a sottoscrivere il successivo contratto di compravendita che sarà stipulato nel momento in cui sarà possibile procedere con l’acquisto immediato della casa. Nel preliminare è importante inserire gli elementi fondamentali della vendita come: 

  • il prezzo;
  • l’indirizzo preciso;
  • la descrizione dell’immobile oggetto di contratto;
  • l’attestazione di conformità dei dati
  • le planimetrie catastali;
  • tempi;
  • eventuali clausole aggiuntive.

Ultima fase prevista per una vendita immobiliare è il rogito, ossia l’atto notarile che sigilla l’avvenuta compravendita dell’immobile. La firma del rogito da parte del venditore e dell’acquirente avviene dopo la lettura del contratto da parte del notaio, che spiega il contenuto alle parti e agli eventuali testimoni, accertandosi che questi abbiano compreso il contenuto e gli effetti giuridici dell’atto. Tra i dati contenuti nel rogito, ci sono: 

  • il valore di cessione dell’immobile;
  • le modalità di pagamento;
  • i dati dell’eventuale mediatore a cui ci si è rivolti;
  • le spese sostenute.

In quanto tempo si vende casa

A questo punto è chiaro come i tempi di vendita di una casa possono variare in base a moltissimi fattori. Infatti, anche quando si riceve una proposta di acquisto non è detto che l’acquirente possieda l’intera somma nell’immediato per procedere con la vendita e, quindi, potrebbe capitare che si proceda prima con un preliminare e poi con il rogito. Questo si traduce in un aumento dei tempi per la vendita. 

Possiamo provare a fare una stima dei tempi di attesa per la vendita di una casa, in base alle fasi necessarie per la compravendita che abbiamo analizzato. 

Il tempo medio che può intercorrere tra un’inserzione privata per la vendita e la ricezione di un’offerta adeguata è di circa 9-10 settimane. Quando si riceve un’offerta è cortese rispondere il più velocemente possibile, anche se come abbiamo già spiegato spesso l’offerta ha validità di sette giorni. Per ottenere un mutuo, invece, servono dai 3 ai 6 mesi e per procedere con il contratto serve oltre un mese di tempo per la preparazione notarile e dei documenti. 

Tempi medi per vendere casa 

Continuando con la stima dei tempi medi per vendere casa, possiamo dire che: 

  • Se si vende casa in un periodo che va dai due ai tre mesi si è molto fortunati;
  • Se si vende casa in 3-9 mesi si è nel tempo medio stimato; 
  • Se ci vuole più tempo è probabile che qualcosa non stia funzionando nel modo giusto. 

Se vuoi vendere il tuo immobile nel minor tempo possibile compila il form e rivolgiti a Immobilcash. 

Vendi casa, la compra Immobilcash in 30 giorni!

Vendi casa, la compra Immobilcash in 30 giorni!

Compila il form per ricevere la valutazione del tuo immobile e un’offerta di acquisto garantita al 100%.

Ultimi articoli

Ultimi articoli